La Fitociotola, erbe officinali

La Fitociotola: erbe officinali, consigli per cani e gatti

L’utilizzo delle erbe nella medicina da sempre fa parte della tradizione di molti popoli e culture, legati all’importanza  e al valore della terra. Con l’industrializzazione accentuata e il progresso, molti principi legati a questa cultura si sono smarriti, in particolare la ricerca farmacologica ha sostituito l’utilizzo delle erbe mediche e della fitoterapia.
Eppure l’utilizzo delle erbe, la phyton (pianta) e therapeia (cura), è una scelta che molti animali domestici o no, effettuano nel momento del bisogno. Un esempio è proprio l’erba gatta a cui i felini fanno ricorso nel momento di necessità, per espellere peli o come lassativo naturale. Molti i proprietari di cani che si rivolgono alla fitoterapia per uso personale, estendendo la pratica anche ai loro animaletti di casa. La necessità di porre rimedio a un malessere, senza l’impatto forte di una medicina chimica, è la soluzione migliore per curare senza intossicare il corpo.
Il vantaggio principale della fitoterapia è la quasi totale assenza di 
tossicità dei suoi prodotti, la possibilità di conoscere la concentrazione e poterla dosare, oltre al supporto e alla competenza del veterinario di fiducia. Gli svantaggi sono riconducibili al gusto e all’odore dei prodotti fitoterapici, non sempre appetibili per il cane di casa, ancor meno per i gatti, oltre a un’efficacia a volte inferiore e più graduale rispetto alle medicine classiche.
FACCIO QUINDI BENE AD UTILIZZARE UN’INTEGRAZIONE NATURALE:
Utilizzare la fitoterapia però in veterinaria richiede la massima cautela. Gli animali infatti hanno una fisiologia e un metabolismo diversi da quello dell’uomo. Ciò significa che, certe sostanze per noi inoffensive, risultano tossiche per le bestiole che vivono con noi.

Erbe curative per cani e gatti

Lascio quindi un elenco dei maggiori estratti di piante officinali / botaniche utilizzate per ridurre i rischi, o in casi limite contrastare, di patologia frequenti che colpiscono i nostri animali.

CURCUMA: uno dei più importanti antiinfiammatori, la cui potenza riesce a superare anche quella dI farmacI MOLTO USATI DAI VETERINARI.
La curcuma stimola infatti il sistema immunitario, ha una forte azione antiossidante e i suoi curcuminoidi sono dei temibili battericidi. La sua attività si svolge inoltre nel fegato e nella cistifellea e risulta utile in casi di calcolosi biliare e infiammazione alla cistifellea.

SPIRULINA: Come una sfilza di armi pronte all’utilizzo, la spirulina possiede amminoacidi essenziali, vitamine del gruppo B, C, D, E, carboidrati e flavonoidi. In particolar modo i suoi tocoferoli, che fanno parte della vitamina E, e i carotenoidi, sono noti per la loro attività antiossidante.
Queste proprietà rendono la spirulina un ottimo innesto delle diete ipocaloriche, quale integratore naturale di un amminoacido funzionale, e una fonte eccellente di proteine e minerali in grado di combattere la malnutrizione. Nutriente e leggera, la spirulina si dona a cani con problemi di peso, completando le carenze nutrizionali degli alimenti a basso tenore calorico.
La spirulina è anche un detossificante intestinale e un antiossidante epatico, inoltre, secondo uno studio californiano, stimola il sistema immunitario e contrasta l’anemia.

PROPOLI: La propoli non ha un grande potere antibiotico, ma la sua forza è comunque buona e senza effetti collaterali. La sua azione è infatti immunostimolante, antiinfiammatoria e antiossidante, le sue proprietà antibatteriche e batteriostatiche (impedisce la replicazione di batteri) e agisce inoltre contro funghi e certi tipi di virus, rendendola così un’alleata preziosa soprattutto per disturbi della bocca e delle vie aeree superiori.

PSILLIO: I poteri dello psillio, sono una sorta di arma pronta ad essere attivata, che necessita d’un innesco. A fornire questa miccia è l’acqua. Le mucillagini dello psillio sono infatti idrofile e dunque, amando l’acqua, non appena entrano in contatto con essa, si scatenano, esplodendo le loro capacità formando un gel voluminoso. È proprio questo il suo potere, infatti, in casi di stitichezza o necessità di una evacuazione, questo gel facilita l’uscita. Se invece le mucillagini sono private d’acqua, assolvono la funzione contraria e, ingerite in casi di diarrea, assorbono i liquidi in eccesso.
Lo psillio non è dunque un semplice lassativo, ma un regolatore del transito meccanico.

RIBES NERO: Il ribes ci interessa particolarmente per via della fragilità capillare. Essendo il derma ricco di vasi sanguigni e facile ad alterazioni, i poteri del ribes fungono da angioprotettivo, ovvero di rafforzamento del nostro sistema sanguigno. È utile dunque nei processi infiammatori e in casi di allergie. Il ribes è considerato inoltre un cortisone naturale, senza effetti collaterali. La sua fama non è dovuta al fatto che egli si sostituisca al cortisone, ma alla sua stimolazione di una risposta della corteccia surrenale, durante i processi infiammatori a livello endogeno.
Sono molte le sostanze che vengono detenute dal ribes: polifenoli antiossidanti, antociani, vitamina C e mucillagini.

ROSA CANINA: I principi attivi della rosa canina si rendono maggiormente biodisponibili quelli delle altre piante, favorendo la penetrazione degli stessi all’interno della cellula e aumentando le difese immunitarie.
La rosa canina protegge la circolazione e il sistema cardiovascolare, attiva i poteri difensivi dell’organismo, svolge una attività depurativa, blandamente diuretica e lassativa, e agisce come emolliente sulle mucose intestinali. Il cane non necessita di vitamine da fonti esterne, producendole dal glucosio, ma potrà trovare nella rosa canina una valida amica in stati febbrili, infiammatori acuti e di diarree profuse.

ALOE: I suoi poteri si concentrano nelle foglie, il cui succo, la linfa eroica, è coperta dagli strati superiori, che devono essere tagliati via, con l’incisione di un coltello. Una volta scartati questi tessuti, il “sangue” di aloe che scaturisce da essi viene raccolto e, insieme al gel degli strati più interni, concentrato tramite ebollizione. Il principio attivo principale di questo sabba di sangue verde è l’aloina. Una volta sfruttati i suoi poteri, si può godere di un effetto lenitivo, antinfiammatorio e anche cicatrizzante, che rende l’aloe molto utilizzata per azioni topiche, dunque in pomate esterne, ma che nel nostro caso, ovvero quello di cani e gatti, è invece utilissimo per le mucose intestinali. I problemi del derma, della pelle, sono associati a quelli della permeabilità della mucosa intestinale che, in una sua alterazione, potrebbe faticare a eliminare le sostanze tossiche. I superpoteri dell’aloe irrobustiscono dunque la barriera intestinale, in un certo senso come una pomata interna, rendendola meno sensibile al passaggio di sostanze tossiche, limitando i fenomeni di sensibilizzazione e le possibilità di sfoghi dermici.
Seppure sia questa la sua capacità che maggiormente ci interessa impiegare, l’aloe ne possiede anche altre.

AGLIO: Fate attenzione a invocare i poteri della famiglia delle Liliaceae, di cui l’aglio fa parte, perché possono risultare tossici per i cani. La motivazione è legata alle proprietà antiaggreganti piastriniche che, a causa di un deficit enzimatico del migliore amico dell’uomo, potrebbero procurargli un’anemia. Il loro contributo va dunque dosato con estrema cura e precisione, ma i suoi poteri sono talmente tanti e vari da risultare cruciali nella giusta misura.
Tra le numerose virtù dell’aglio, v’è in primis quella antibatterica, che si manifesta con azioni antibiotiche e antisettiche, potenziando l’azione dell’intestino in un soggetto debilitato, a favore dell’efficienza del sistema immunitario.

L’essenza, eliminata dall’apparato respiratorio, funge nell’orecchio da antiparassitario e antimicrobico, per le infestazioni secondarie a un’otite, non uccidendo, ma scacciando.
Quando il bulbo dell’aglio e i suoi principi entrano in azione, devono guardarsi le spalle pure il colesterolo e l’ipertensione, ma la sua attività è utile anche contro le diarree ed è in grado di abbassare la glicemia, fattore importante in caso di diabete, oltre ad essere un importante antiossidante.

Grazie Andrea per le informazioni!

Lolamysoulmate

 

 

PRENOTA
LA TUA CONSULENZA
A DOMICILIO,
DISPONIBILE
IN TUTTA ITALIA

Sei indeciso su quale animale sia più adatto a te?
Non sai come accogliere il tuo nuovo cucciolo?
Hai bisogno di aiuto per educare il tuo amico a 4 zampe?
Vuoi migliorare la tua comunicazione con il tuo cane?

PRENOTA SUBITO

Pin It on Pinterest

Condividi