F.A.Q.

Marzo 2018 

Federica :salve dott.ssa,
La mia cucciola continua a mangiarsi le feci, ha tra pochi giorni, 6 mesi.. ho provato a dare forbid perche gia da piccola mangiava le feci..( premetto che quando glielo ho dato aveva poco piu di 3 mesi) il problema è sorto quando dopo avergli somministrato il prodotto, alla seconda volta massimo terza, ha iniziato a vomitare, la mattina, color rosa, con striature di sangue, non marchiato.. per circa 2 giorni.. portata dal vet. ha detto che aveva una gastrite probabilmente per forbid.. ora, dopo 2 3 mesi che non lo prende piu, ( ho smesso appena il vet mi ha detto ciò) posso ricominciare a darglielo e cercare di fermare questa cosa delle feci? secondo lei è una plausibile soluzione?
Inoltre, le feci le porta nella sua cuccia, o divano quando non siamo a casa, non è che lo ha preso come gioco? ( quando siamo a casa non fa queste cose)
grazie in anticipo.

Dott.ssa Valentina :

Federica: Il problema della coprofagia (mangiare le feci) è molto diffuso nei cuccioli e spesso è legato a problemi comportamentali. Molto probabilmente siamo noi proprietari a indurre atteggiamenti sbagliati nel nostro cucciolo,per esempio sgridandolo quando troviamo delle defecazioni improprie di ritorno a casa. La reazione del cucciolo che viene sgridato perchè ha defecato (questo è il suo punto di vista) sarà quella di pensare in primo luogo di avere un proprietario pazzo (perchè mi sgrida se ho fatto la cacca?) e in secondo luogo di “nascondere” le feci mangiandole per non essere punito.

Quindi l ‘atteggiamento del cucciolo che mangia le feci puo’ derivare da una sua strategia di nascondere qualcosa per cui sarà sgridato o punito. Al proprietario la decisione di intervenire con l’aiuto di un comportamentalista oppure di fare il fai da te.

Da un punto di vista medico veterinario io ti posso consigliare il forbid che talvolta puo’ non risultare cosi’ efficace….

Nella mia esperienza ho visto risolvere di più con un bel pezzetto di peperoncino piccante nascosto nelle feci….sono cose che un veterinario non dovrebbe dire…ma fai finta che in questo momento io sia la tua vicina di casa!!!!!

Fausto: Salve ho problemi con il mio rotta di 3 anni maschio. È da un mese che ha problemi per fare la pipì e la pupu’. Il mii veterinario ha provato di tutto ma nessun risultato. Continua ad alzare la gamba ma non esce…

Dott.ssa Valentina :Fausto Devo confessare che non ho capito molto bene il problema del tuo cane. La posizione che assume il cane maschio per urinare è completamente diversa da quella assunta per defecare. La sua difficoltà è la minzione o la defecazione? Cos’è che non esce?

Daniela : Buongiorno dottoressa ho da circa un mese un cucciolo di Labrador che sta mangiando tutt’ ora le crocchette della marca HI BEEF O HI FISH consigliate nel negozio ARCAPLANET Volevo sapere se questa marca è di buona…

Dott.ssa Valentina :Daniela

La hi beef (o la Hi fish) non la conosco . Adesso vanno molto di moda i cibi monoproteici. Quindi parlando di monoproteici il tuo cane dovrebbe mangiare o la sola proteina di manzo o la sola proteina di pesce. Sinceramente non ne vedo la necessità in quanto cucciolo. Lasciamoci la carta del monoproteico nel caso di intolleranze alimentari e problemi dermatologici….non dimenticare che hai un labrador!!!

Ada: Il mio bulldog francese a il viso gonfio il veterinario mi ha detto che è una ghiandola salivaria infiammata e mi a consigliato di esportarla dicendomi che una volta esportata col tempo gli poteva uscire di nuovo e abbiamo deciso di dargli antinfiammatori e antibiotico e abbiamo risolto si e sgonfiato il viso pero dopo 3 mesi e ricomparso il viso gonfio e mi a dato lo stesso trattamento della prima volta volevo sapere ma troppi antibiotici non fanno male anche se gli do prima la protezione x lo stomaco e se gli dovesse uscire di nuovo fare sempre lo stesso trattamento

Dott.ssa Valentina :Ada:

Purtroppo il sialocele (rigonfiamento di una ghiandola salivare) è una patologia talvolta frustrante perchè dopo un primo miglioramento dovuto all’effetto dei farmaci, il problema si ripresenta.La chirurgia è la soluzione definitiva ma solo se viene eseguita a regola d’arte (cosa che spesso non avviene a causa delle difficoltà che presenta)

Manuela : Salve la mia cagnolina razza shiba-inu di 9 anni è stata operata il 20 gennaio al femore per lussazione, si era ripresa bene e subito dopo l’intervento posava già la zampa, purtroppo dopo una settimana la ferita si è infettata e ha dovuto prendere antibiotico, ora è completamente guarita ma non ne vuole sapere di posare la zampa solo poco quando è ferma, cosa posso fare per stimolarla, il veterinario che l’ha operata ha detto che è tutto apposto.

Dott.ssa Valentina :Manuela

Per poterti consigliare dovrei avere piu’ specifiche circa la chirurgia a cui è stato sottoposto il tuo cane. Che diagnosi è stata fatta? E’ stata asportata la testa del femore o è stata semplicemente riposizionata ? Il tempo di recupero varia molto e non di meno il livello di dolore è altrettanto diversificato. Si è infettata solamente la ferita oppure si sono infettati anche i muscoli sottostante?

Alessia : Buonasera,
Alla mia cagnolina di 3 anni quando aveva pochi mesi fu diagnosticato uno shunt portosistemico e fu operata. Il fegato è cresciuto, non completamente ma ci hanno detto che ha raggiunto comunque una dimensione accettabile per una vita normale. Ogni 6 mesi facciamo le analisi del sangue per verificare che tutto sia ok. Le analisi fatte prima di Natale hanno mostrato un valore molto alto delle transaminasi. È stata fatta un’ecografia dalla quale non si evincono masse, lesioni e nulla. Sono state ripetute le analisi dopo 10 giorni e i valori stavano rientrando. I primi di Gennaio le abbiamo fatte nuovamente e le transaminasi sono di nuovo altissime. I veterinari vorrebbero fare una biopsia al fegato ma sorge il problema con l’anestesia essendo proprio il fegato l’organo interessato. Quale potrebbe essere il problema? La biopsia è il prossimo step per cercare di individuarlo? Grazie mille

Dott.ssa Valentina : Alessia:

Il mio consiglio per il problema epatico del tuo cane è di eseguire una ecografia con mezzo di contrasto (detta CEUS) e contestualmente un esame citologico tramite ago aspirato che sono esami estremaente attendibili e poco invasivi e necessitano di una leggera sedazione di pochi minuti. Il Centro che si occupa di questa particolare diagnostica si chiama Ultravet e si trova a San Giovanni in Persiceto. Potrai avere la refertazione di entrambi gli esami in pochi minuti e decidere poi in accordo col tuo veterinario come procedere con le terapie.

Angelina : Le scrivo perché oggi ho notato che la codina (completamente interna) del mio piccolo bullo ha perso un sacco di pelo e mentre la pulivo è uscita fuori (attaccata ai ciuffi ci pelo) della sostanza marrone scura,maleodorante e dura. Dopo la pulizia, ho notato che molto pelo del codino è andato via, lasciando una buona parte di pelle scoperta e molto arrossata. Ho disinfettato e messo la crema tavocort. Mi sa consigliare un modo efficace per tenere pulito il codino?o cosa dovrei fare per evitare che si infetti?

Dott.ssa Valentina :Angelina:

Le code dei bulldog,così come le pliche cutanee della pelle del muso,vanno spesso incontro a questo tipo di problema. Produzione di sebo scuro e maleodorante è il sintomo tipico della presenza di fermentazioni batteriche che si creano in ambienti dove la temperatura corporea è leggermente piu’ alta, dove scarseggia una adeguata ossigenazione e i detriti della desquamazione cellulare non trovano possibilità di eliminazione. La pulizia più o meno quotidiana con detergenti a base di clorexidina sono gli elementi che aiutano o limitano lo sviluppo dei batteri anche se alle volte,nei casi più gravi, puo’ essere necessario ricorrere all’antibiotico per via orale. Sicuramente una pulizia costante limiterà lo sviluppo di forme gravi.

Luca: Buongiorno, a novembre 2017 il mio maltese è stato operato di ernia perianale, con colonpessi. Operazione riuscita, per il veterinario, ma ad oggi fatica a defecare nonostante le feci siano morbide. Spinge più volte a vuoto poi finalmente riesce ad espellere. È questione di tempo o mi consiglia approfondimenti clini

Dott.ssa Valentina _Luca:

la chirurgia dell’ernia perineale prevede sicuramente la chiusura della porta erniaria attraverso trasposizione di fasci muscolari o per mezzo di una “rete” contenitiva. La colonpessi è facoltativa mentre nei maschi è praticamente obbligatoria la castrazione. Non so se nel suo cagnolino sia stata eseguita questa chirurgia che è fondamentale per la riuscita dell’intervento. I controlli che io farei sono sicuramente una ecografia addominale per escludere la presenza di neoformazioni a carico dell’intestino o una iperplasia prostatica ed eventualemte un esame delle feci. Una alimentazione umida faciliterà l’evaquazione

 

Fernando : hO UNA METICCIA DA 12 ANNI,L’ANNO PRECEDENTE LO FATTA VISITARE DA UN VETERINARIO PERCHè UNA TOSSE MOLTO FORTE.dOPO VARI ESAMI (COSTOSI) MI HA DETTO CHE HA UN PROBLEMA AL CUORE .mEDICINA = DIUREN EFORTEKOR.pERò LA TOSSE NON è PASSATA.aLLORA LO FATTA VEDERE DA UN’ALTRO VETERINARIO CHE DICE CHE FORTEKOR è DEBOLE E MI HA CONSIGLIATO cARDISURE 5.e’ UNA SETTIMANA CHE FACCIO LA CURA, MIGLIORAMENTI VERI NO.cONSIGLIO????gRAZIE

Dott.ssa ValentinaFernando:

per il tuo cane il mio consiglio è di sottoporlo ad una ecocardio con la quale l’ecografista riuscirà a capire il tipo e la gravità del problema e a stabilire una cura idonea. Meglio trattare il cuore con cure appropriate piuttosto che andare per tentativi…mi sembra troppo rischioso.

Gennaio 2018

Salve! chiedo un altro consiglio, per la mia maltese di due anni, si gratta con foga le orecchie, temo sia affetta da acari, purtroppo gioca molto all’aperto con i cani da caccia di mio marito, penso se li passano.

Ho gia’ provato mesi fa usando delle gocce consigliate dal veteriario, vorrei, se possibile usare un rimedio naturale, esiste?

Lolamysoulmate : Salve, le orecchie per i maltesi che fanno vita all’aperto , diventano ancor più delicate.

Il primo consiglio di cuore è di non utilizzare nulla di umido, quindi gocce, perché finchè vi è una situazione umida…tutto prolifica.

Secondo me più che acari ha il pelo all’interno delle orecchie che va tolto, perché blocca cerume e crea otite.

Io utilizzo un metodo molto naturale cioè  il magnesio classico e lo applico sopra i peli che escono dall’orecchio…per un paio di giorni, a quel punto ne appplica un altro pò e prova a strapparli tutti in una volta .

Il magnesio asciuga umidità …e poi elettrizza il pelo tanto da non fare male allo strappo.

Per qualsiasi altra info sono qui . SE vuoi mandarmi una foto delle orecchie , ti posso confermare se è pelo o acari..

Buona giornata,

 

 

Barbara  :

s.o.s. la mia gatta (19) anni, ha bisogno urgentemente di un veterinario in grado di curare una cisti folicolare posizionata sotto l’occhio( all’interno, che ho svuotato con ago vi era solo liquido trasparente con tracce di sangue ma continua a crescere da circa un anno, ha raggiunto mm 6 ma adesso sembra gonfiarsi anche la guancia). siamo a roma nord, grazie a chi mi darà informazioni

Valentina Valli Doc on line 

Per la tua gattina anziana ti consiglierei una visita oculistica specialistica, dove ti sapranno consigliare se intervenire chirurgicamente oppure optare per una terapia conservativa. A Roma è presente il Dott. Guandalini Adolfo, che è certamente uno dei veterinari che si occupano di oculistica tra i piu’ accreditati di Italia.

 

Paolo Pirazzini

Buongiorno. Ho preso un gattino al canile. Mi hanno detto di 50 giorni. X me molto più piccola. Si attacca mammelle del mio cane maschio di 9 mesi. Come posso risolvere? GRAZIE. Paolo

Valentina Valli Doc on line  Da un punto di vista sanitario il vero problema che potrebbe presentare un gattino cosi’ piccolo potrebbe essere una difficoltà nel nutrirsi e un conseguente scarso accrescimento. Se però il tuo gattino ti sembra che non abbia nessun problema nella prensione del cibo e nel suo stato di nutrizione vuol dire che è svezzato.

Da un punto di vista comportamentale la mancanza della mamma e della nidiata lo porta ad avere un riflesso della suzione molto forte. Tanti gatti adulti presentano questo tipo di atteggiamento ,come per esempio “fare il pane “ o “ciucciare” delle coperte o i proprietari. Su come correggere questi atteggiamenti , però, ti consiglierei di consultare un comportamentalista.

 

Chiara :

Salve, ho uno Yorkshire toy di 8 anni circa e pesa 5 kg

Da quando ha messo massa non sale più le scale, sembra sempre molto affaticata ma soprattutto sembra avere un respiro irregolare, molto spesso la tosse e fa dei versi strani, ogni volta che la tocchiamo o altro, versi che non so spiegare, tipo dei rantolii

Il veterinario dice che è dovuto allinvecchiamemto della trachea, che questi cani hanno una tranche molto piccola e quindi molto fragile ma ha solo otto anni, possibile questo cambiamento così repentino? Ha iniziato anche da poco ad avere un alito molto cattivo, forse questo non c’entra ma è comunque un “sintomo” nuovo.

Vorrei capire se può essere davvero solo l’invecchiamento o se dovrei essere seriamente preoccupata.

Grazie

Valentina Valli Doc on line  Uno yorkshire toy di 8 anni si può ritenere appena entrato nella fase senior della sua vita. Il collasso tracheale può essere una patologia molto grave e frustrante per il paziente e per il proprietario. Io farei altre indagini sul tuo cagnolino per escludere una insufficienza mitralica ( patologia cardiaca) molto comune e tipica delle razze toy. Gli esami di elezione in questi casi sono ecocardiografia per verificare le dimensioni delle camere cardiache e il corretto funzionamento delle relative valvole, nonché radiografie in tre proiezioni al torace per escludere la presenza di liquido nei polmoni.

Sono verifiche che cercherei di fare con una certa urgenza. Col cuore non si scherza!!

Per quanto riguarda l’ alitosi, anche questo problema è molto frequente nei cani di piccola taglia. E’ sempre auspicabile una pulizia dei denti che però viene eseguita in anestesia generale e, di conseguenza, sul tuo cane darei la priorità alle indagini cardiache.

Luca : ormai sono disperato, con il veterinario le abbiamo provate tutte ma non noto miglioramenti.

Il cane presente alopecia attorno agli occhi, attorno alla bocca e leggermente sulle zampe dietro.

Abbiamo provato le seguenti diagnosi e terapie :

-leishmaniosi negativa

-rogna negativo, trovato un solo uovo compatibile con il parassita. Abbiamo fatto il trattamento con advocate già due volte

-integrato zinco nella dieta

-lavaggi con amyco shampoo per i funghi.

Lieve miglioramento con punture di cortisone ogni 3 gg ma ha avuto una ricaduta.

All’inizio il cane presentava una sensibilità su tutto il corpo, bastava grattarlo leggermente e soffriva il solletico ma è andato a scomparire questo effetto

Io sono convinto che sia una allergia a qualche ingrediente delle crocchette che avevo cominciato a fargliele mangiare per via dei denti sporchi, infatti sono passato alle ipoallergeniche della royal ma non migliorava, adesso le ho eliminate del tutto da una settimana. Ma non vedo miglioramenti veloci.…consigli?

 

Valentina Valli Doc on line  Visto che hai fatto 30 fai anche 31!

Io ti consiglierei di fare una biopsia della cute del tuo cane. Si tratta di fare una breve sedazione, di asportare un piccolo lembo di cute e di inviarlo ad un buon laboratorio. In questo modo riesci almeno ad escludere funghi e parassiti di tutti i tipi. Ti daranno inoltre informazioni sulle varie popolazioni di cellule presenti sulla cute del cane che aiuteranno il tuo veterinario ad orientarsi su un problema di allergia o di altra natura.

Inoltre alcuni laboratori propongono dei pacchetti di esami del sangue per la ricerca di allergeni ambientali o stagionali sui cui risultati,poi, sono in grado di allestire un vaccino specifico per il problema del tuo cane.

 

Giovanni Vasini:

Vorrei chiedere, sento molte persone che dopo il 3 anno non fanno più vaccino annuale, a cosa vanno incontro? Oppure può essere facoltativo? Grazie

 

Valentina Valli Doc on line  Ti premetto che le vaccinazioni sono tutte facoltative ( anche se il termine non è corretto) tranne l ‘antirabbica che è obbligatoria per viaggiare (non scendo nei dettagli perchè non è questo l argomento).

I protocolli vaccinali sono stati modificati in questi ultimi anni e all’oggi viene consigliata la ripetizione annuale della sola leptospirosi e la ripetizione triennale della vaccinazione completa.

 

Luca 

salve, è meglio sterilizzare senza prima fare accoppiare, o viceversa?

Valentina Valli Doc on line 

La sterilizzazione della cagna femmina si puo’ effettuare anche prima del primo calore. L’accoppiamento non ci mette al riparo dal rischio di tumore alle mammelle purtroppo. Cio’ significa che se decidi di far fare una cucciolata alla tua cagnolina devi attendere almeno il terzo o il quarto calore. A questo punto il rischio si accresce poiché all’aumentare del numero dei calori aumenta il rischio di incidenza di tumori. Il consiglio è sempre quello di ricorrere alla sterilizzazione prima del primo calore.

 

Novembre  2017

Susanna : Buona sera Lia, il mio in realtà non è un problema vitale, ho una maltesina di due anni che si è incredibilmente attaccata a me , pur avendola accolta in casa ,che aveva sei mesi , io e mio marito insieme . In pratica non riesco fare un passo senza che mi segua , anche in bagno, e se mi allontano per fare la spesa , mio marito resta in casa con lei che però , si mette di fronte la porta e mi aspetta, l’abbiamo un pò viziata e non la lasciamo mai sola , ci siamo accorti che soffre, possiamo fare qualcosa? Grazie mille

Lolamysoulmate : Salve ! Innanzitutto per i maltesi è un indole l’attaccamento morboso ad una persona ; avendo due anni si può rendere meno sofferente il distacco momentaneo con un  paio di comportamenti da parte vostra. Ad esempio le date il cibo una volta per uno , alternandoti con tuo marito. Nella sua cuccia metti un indumento sia tuo che di tuo marito quando la lasciate sola .( ogni tanto deve essere lasciata sola se no non si abituerà mai ). Altro consiglio , quando esci di casa , le dai un compito ed una posizione precisa, è quello che sia spetta da te , essendo il suo punto di riferimento ; esempio …” vado a fare la spesa , adesso fai la brava e le indichi con le mani dove adagiarsi . che può essere o vicino a tuo marito o nella sua cuccia .

Fammi sapere, sempre a vs disposizione , buona giornata Lolamysoulmate

 

Dog Inspiring in cammino sulla via dell’empatia

Il Mio Documentario

Prenota la tua consulenza

Sei indeciso su quale animale sia più adatto a te?
Non sai come accogliere il tuo nuovo cucciolo?
Hai bisogno di aiuto per educare il tuo amico a 4 zampe?
Vuoi migliorare la tua comunicazione con il tuo cane?

PRENOTA LA TUA CONSULENZA A DOMICILIO, DISPONIBILE IN TUTTA ITALIA!

PRENOTA SUBITO

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere gli ultimi articoli, iniziative, consigli.

About me

Lia Laghi e Gioia

Lia Laghi

Sin da piccola ho trascorso tanto tempo a contatto con la natura e questo non ha fatto altro che incrementare il mio amore per gli animali , già innato in me .

continua

Seguimi su

Partner

PRENOTA
LA TUA CONSULENZA
A DOMICILIO,
DISPONIBILE
IN TUTTA ITALIA

Sei indeciso su quale animale sia più adatto a te?
Non sai come accogliere il tuo nuovo cucciolo?
Hai bisogno di aiuto per educare il tuo amico a 4 zampe?
Vuoi migliorare la tua comunicazione con il tuo cane?

PRENOTA SUBITO

Pin It on Pinterest

Condividi