Cambia la stagione , cambia il manto dei cani !

CAMBIO STAGIONE, CAMBIO MANTO!

Eccoci qua! Arriva novembre! Le stagioni non esistono più, figuriamoci le mezze! Di giorno è molto caldo, la notte inizia ad essere freschina, insomma sta arrivando il freddo! Quale momento migliore per aiutare il nostro peloso nel cambio muta e grasso corporeo??

Secondo il mio parere e la mia esperienza il cane non necessita ne di troppe ma neanche di troppe poche cure, anche se in realtà ci sono alcune razze che necessitano di maggiori attenzioni.

In ogni caso nei cambi di stagione è il momento migliore per fare una bella toelettatura completa per tutti. In concomitanza dei cambi di stagione il cane ha bisogno di eliminare il pelo morto, cioè quello vecchio, ma anche di rinnovare il grasso corporeo, cioè quel substrato di protezione di cui sono dotati. Spesse volte quando vediamo come della forfora nel manto è proprio il grasso corporeo che necessita cambiamento. A seconda delle temperature il cane produce un grasso di protezione più o meno spesso, oltre che ad altre caratteristiche come lipidità.

In alcuni casi se non si aiuta il nostro cane durante il cambio di stagione possono insorgere problemi di dermatite, soprattutto se ciò è legato ad una mancanza di costanza nella spazzolatura del manto.

Nel cambio stagione il manto comincia la muta si adatta cn differenti caratteristiche alle nuove temperature. E’ davvero molto molto importante far si che questo processo non duri troppo a

lungo. Quando mi domandano il cane ha freddo, il cane ha caldo, la mia risposta è sempre la stessa, cioè che si base sulla corretta cura del manto.

Il manto ha una ciclicità e più noi riusciamo ad adattarci a questo processo con i trattamenti toelettatura più il manto riuscirà a compiere autonomamente e nei tempi corretti questo processo di muta (ad esempio pettinarlo 1 volta settimana, slanarlo o stripparlo una volta al mese …etc.).

Alcuni consigli generali per effettuare un corretto bagno e scegliere i prodotti adatti a seconda del manto e della pelle.

I manti dei cani si suddividono in due tipi :

  • Doppio, in quanto possiede un sottopelo sottostante il pelo di copertura, cioè un strato uniforme di peli corti, sottili, lanosi che rivestono la cute. Sono ad esempio Labrador, Cocker, Cavalier King Charles, Setter, Springer, etc.

    Solitamente necessitano di meno lavaggi e più trattamenti del manto, in quanto come dice il nome hanno un’ulteriore protezione della pelle e questo vuol dire che prima che assorbirà gli odori o smog avrà una duplice protezione. Se mantengo il manto strippato o slanato con ciclicità , il cane necessiterà di bagni solo nei cambi stagione.

  • Unico, cioè senza sottopelo, necessitano di bagni più frequenti, ma con prodotti non troppo sgrassanti, non aggressivi, perché non avendo sottopelo , il grasso corporeo assorbe più velocemente gli odori e smog ma allo stesso tempo il grasso corporeo è sempre esposto e non può essere eliminato completamente. Per i bagni frequenti consiglio sempre prodotti dermoprotettivi nutrienti per la pelle ma non aggressivi.

    Sono ad esempio York Shire, Shihi Tzu , Maltese , Barboncino etc.

Personalmente da molti anni utilizzo esclusivamente prodotti dermoprotettivi nutrienti (pelo corto, pelo medio, pelo lungo) in quanto l’esperienza mi ha insegnato che sono le dovute tecniche e trattamenti che veramente danno risultato di salute e bellezza del manto.

Anche per quanto riguarda le profumazioni, non amo prodotti a base di alcool, ma utilizzo acqua vaporizzata agli oli essenziali,ben dosati, spruzzata prima dell’asciugatura, donano una profumazione naturale che dura nel tempo più di ogni altro prodotto a base di alcool, provare per credere! In collaborazione con una parafarmacia locale produciamo oli essenziali personalizzati anche per rimedi di problemi cutanei ed allergie dei vostri amici a quattro zampe.

Un altra informazione davvero utile è relativa all’utilizzo dei prodotti, di tutti tipi e marca, in quanto si basano su principi chimici, e come attivare tutte le proprietà, come scegliere il prodotto adatto al tipo di manto e di pelle (trovate nel blog nella sezione conoscenza del cane tutto il corso di “Composizione prodotti”).

Qualsiasi prodotto voi decidiate di utilizzare l’importante è attivare la parte detergente (tensioattivi) e avviene mediate un procedimento che vi illustrerò brevemente: preparare la miscela di acqua e prodotto (3 parti di prodotto e 10 di acqua), una volta uniti immergere una spugna e cercare di schiumare il composto il più possibile aiutandosi con la spugna. Quando la schiuma sarà dimezzata il detergente è attivato. Lo applichiamo su manto asciutto o bagnato, ma per esperienza personale su manti folti, come pastori, volpini, etc, è meglio applicare il prodotto sul manto asciutto in quanto il risultato sarà migliore. Mentre applichiamo con spugna il prodotto, rilasciamo la schiuma e qui è importantissimo massaggiare con movimenti rotatori tutta la pelle del cane, in modo da dare un beneficio al cane effettuando un vero massaggio della pelle con la schiuma, e questo permette anche di lavare veramente in profondità la pelle del nostro amico a quattro zampe.

Io utilizzo una manopola di gomma con denti di gomma che effettua un vero massaggio della pelle e soprattutto per i manti doppi scarica quasi tutto pelo morto in vasca.

Sciacquare bene aiutando scaricare il prodotto dal manto con le mani. Cosi si è certi di lavare, sgrassare la pelle del cane e di conseguenza anche il pelo.

Non utilizzare prodotti shampoo/ balsamo, in quanto uno annienta le caratteristiche dell’altro (ben spiegato nel file “chimica”) .

Prima di fare il bagno consiglio di praticare la parte di grooming (presentato nella sezione “igiene”), cioè prima di accedere alla vasca è cosa buona spazzolare il manto per liberarlo da polvere e residui, effettuare la pulizia delle orecchie, dei feltri occhi e la pulizia dei palmi. Tutto questo aiuterà a praticare un buon bagno

Per considerare termitata e ben riuscita l’operazione bagno e definirla addirittura toelettatura bisogna effettuare l’asciugatura, ed è importante procedere rapidamente a questa fase per evitare che il nostro cane odori di cane bagnato, prestando anche attenzione che il manto venga completamente asciugato.

L’asciugatura è suddivisa in tre semplici passaggi: scaricare l’acqua con le mani, asciugamano e per terminare phon, a temperatura medio-bassa. Durante l’asciugatura i manti lunghi e ricci vanno costantemente pettinati perchè, proprio come i nostri capelli, è in questa fase che riusciamo a districare i nodi, eliminare il pelo morto e posizionare il mando nuovo, ottenendo un manto lucente.

I manti doppi necessitano di soffiatore per evitare ore di asciugatura.

Tutti gli strumenti professionali di toelettatura come stripping, slanatore, rastrello vanno utilizzati a manto pulito,districato e asciutto.

Buon bagno e se siete curiosi di conoscere di più sulla cura del manto e l’igiene, date un occhiata https://www.lolamysoulmate.com/conoscenza-del-cane/igiene-bellezza/

oppure su youtube trovate uno dei primi video dimostrazione bagno

con Lola , quando iniziammo la nostra rivoluzione del

branco

 https://www.lolamysoulmate.com/conoscenza-del-cane/igiene-bellezza/

oppure su youtube trovate uno dei primi video dimostrazione bagno  con Lola , quando iniziammo la nostra rivoluzione del branco   https://www.youtube.com/watch?v=0h5PTBKjGgo&t=6s

 

Lolamysoulmate

 

 

 

Partner

 

PRENOTA LA TUA CONSULENZA A DOMICILIO, DISPONIBILE TUTTA ITALIA

Consulenza su scelta dell'animale, accoglienza, educazione base senza biscotto, problemi di comunicazione e comportamento.

Pin It on Pinterest

Condividi